PANARELLINA (O QUASI)


A Genova esiste la pasticceria Panarello che, oltre ai prodotti che troviamo anche al supermercato, sforna una tortina davvero gustosa denominata Panarellina, dal nome della pasticceria appunto.
Io non spaccio la ricetta che descrivo in seguito come quella vera, o esatta, anche perche' penso che la pasticceria mi querelerebbe subito, dato che e' un segreto costudito da generazioni. 
Ma questa mi e' stata fornita da una mia amica, la Susy, che quando sforna un dolcetto, insomma c'e' da leccarsi i baffi. Ovviamente, come il mio solito ho voluto modificarla un poco.
E si avvicina quasi all'originale.
N.B. Fate molta attenzione alla cottura, dopo circa 20 minuti dovrebbe essere pronta, altrimenti, lasciatela ancora un poco in forno, ma non troppo perchè l'interno tende ad asciugare velocemente e la crosticina esterna, tende a bruciare velocemente.

TORTA PANARELLINA

Ingredienti per una teglia di 24 cm di diametro
  • 200 g di burro a temperatura ambiente
  • 180 g di zucchero semolato
  • 90 g di farina di mandorle
  • 60 g di farina 00
  • 30 g di fecola di patate
  • 4 uova
  • 8 g di lievito in polvere per dolci (1/2 bustina circa)
  • un flaconcino di essenza di mandorle o un bicchierino di amaretto di Saronno
  • zucchero a velo per decorare
Riscaldate il forno a 180°C.
Lavorate il burro morbido a spuma assieme allo zucchero fino a ottenere una crema. Aiutatevi con le fruste elettriche.
Separate i tuorli dagli albumi, e incorporate i primi, uno alla volta, nella crema di burro.
Aggiungete la farina di mandorle, mescolate bene, poi la fecola, infine, un po' alla volta il lievito e la farina setacciati insieme.
Unite l'essenza di mandorle e montate a neve ben ferma i bianchi tenuti da parte.
Incorporateli molto delicatamente all'impasto e trasferite tutto in una tortiera imburrata e infarinata.
Livellate e infornate a 180°C per 20 minuti. Controllate con uno stecchino se l'interno e' cotto, altrimenti, lasciate cuocere, al massimo, ancora per 10 minuti. 
Servite con una spolverata di zucchero a velo.

Nella pasticceria Panarello viene anche venduta ripiena di buonissimo zabaione, o piu' semplicemente di crema al cioccolato.

Commenti

  1. buonaaaaa! con lo zabaione, certo, avrà una marcia in più, ma sono certa che anche al naturale sia una leccornia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Batù, hai ragione, con lo zabaione e' davvero divina, ma semplice ha il vantaggio di durare un po' di più! Buona serata!

      Elimina
  2. Fatta! Venuta buonissima....!!! Grazie!

    RispondiElimina

Posta un commento

Gentilmente vi chiedo di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno rimossi.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...