ZUCCA HOKKAIDO AL FORNO CON NOCCIOLE E SCALOGNI

Non conoscevo questo tipo di zucca.
L'ho trovata la settimana scorsa al mercatino Bio del sabato, e, quando ho chiesto al contadino se fosse una classica zucchetta decorativa, si è messo a ridere e mi ha risposto che potevo pure mangiarla, anzi che sarebbe stato davvero un peccato tenerla da esposizione... e dato il prezzo (aggiungo io) non posso dargli che ragione.
Di dimensioni contenute, è molto dolce e morbida. Ma la sua particolarità sta nella buccia: molto sottile e, da cotta, diventa commestibile, tenera e davvero ottima.
Eccovi un'idea per servirla come contorno ai piatti di carne.


Ingredienti per 4 persone
  • una zucca Hokaido non troppo grossa
  • 100 g di nocciole non tostate
  • 3 scalogni
  • olio extravergine d'oliva q.b.
  • pepe nero di mulinello q.b.
  • sale q.b.

Lavate la zucca e tagliatela a metà.
Eliminate tutti i semi e i filamenti interni, quindi, conservando la buccia, che vi ricordo tenerissima e molto buona, tagliate la zucca a fettine sottili.
Ungete il fondo di un'ampia teglia da forno e adagiatevi le fette di zucca facendo attenzione a non sovrapporle troppo.
Sbucciate gli scalogni, divideteli a metà, se troppo grossi, anche in quarti, e aggiungeteli in modo disordinato alla teglia.
Infine unite le nocciole tritate grossolanamente e condite tutto con un filo di olio extravergine d'oliva, un pizzico di sale e pepe.
Infornate a 180°C per 20-30 minuti. La zucca sarà cotta, quando infilzandovi una forchetta risulterà morbida.
Servite caldo.


Commenti

  1. adoro la zucca hokkaido!! in che mercato l'hai trovata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela, la zucca Hokkaido l'ho trovata al mercatino Bio di Sestri Ponente del sabato. Buona serata.

      Elimina
  2. Grazie per le ricette di questa zucca che non conoscevo e che mia figlia ha trovato al supermercato Tuo Dì; io di solito cucino le normali zucche facendoci la pasta o il riso oppure, molto buono, un tortino con patate che schiaccio come la zucca dopo averla sbollentata un po' per ammorbidirla, inserisco un uovo sbattuto, un po' di formaggio tipo emmental o lerdarmer e comunque che si sciolga nella cottura, del prosciutto cotto o del tacchino arrosto che spezzetto, sale e pepe q.b.. Prendo una teglia in cui metto un foglio di carta forno inumidita, così non si brucia, spargo del pan grattato o, se ci sono intolleranze, della farina di mais, ed un filo d'olio e.v.o., verso il composto e sopra ci metto delle fettine di formaggio ed un spolverata di pangrattato o farina di mais ed inforno per una 20na di minuti. Buon appetito. P.S.: l'ho fatto assaggiare alle mie due vicine di casa anziane, una delle quali con poco appetito, e mi hanno detto che è piaciuto molto. Stefania.

    RispondiElimina

Posta un commento

Gentilmente vi chiedo di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno rimossi.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...