CARPACCIO DI MORONE ALLA LIGURE

Devo imparare a stare lontano dalla pescheria, peche' quando vi entro puntualmente faccio danni!!! Cioe' spendo troppo, ma di fronte a certe rarita' del mare non si puo' resistere, anche perche' il mio pescivendolo di fiducia vende IL MORONE al massimo due volte l'anno.
E' un pesce molto pregiato per la delicatezza della sua carne bianca, dovuta alla sua alimentazione fatta di soli crostacei che vivono nel suo habitat, a 500 - 800 metri di profondita', e viene pescato raramente ed esclusivamente con reti da paranza e palamiti di profondita'.
Secondo me la morte del morone e' mangiato crudo, in questa maniera, si riesce a gustare a pieno, la pienezza della sua carne, ma anche cotto non e' male. Oggi ho provato a ricreare la ricetta che tempo fa ho mangiato in un ristornate.

Ingredienti per 4 persone:
  • 250 g di filetto di pesce morone
  • un mazzetto di basilico
  • un bicchiere di olio extravergine d'oliva
  • 4 pomodorini pachino

Utilizzate un coltello molto affilato e dalla lama piatta e sottile per creare fettine di carpaccio dal filetto di morone.
Adagiate su ogni piatto individuale le fettine di pesce e coprite con un velo di olio extravergine d'oliva.
Mondate e lavate il basilico, asciugatelo e tritatelo nel bicchiere del minipinner assieme a un pizzico di sale e al bicchiere di olio extravergine d'oliva. Create una cremina dal colore verde chiaro, che ricorda un po' il pesto e versatene un pochino su ogni piatto di carpaccio.
Ora tagliate i pomodorini a tocchetti piccini e disponeteli al centro di ogni piatto.
Servite immediatamente.

Commenti

Posta un commento

Gentilmente vi chiedo di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno rimossi.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...