NIDI DI SPAGHETTI AL FORNO CON SUGHETTO SEMPLICE E MOZZARELLA DI BUFALA

Per questa ricetta ho tratto ispirazione dal numero di questo mese di Sale&Pepe, rivista che acquisto assiduamente, dalla quale traggo molti spunti. Inizialmente volevo copiare ricetta e ingredienti pari pari dal giornale, ma poi ho dovuto optare per qualche variazione a causa di commensali molto esigenti.
Alla fine il risultato e' stato ottimo, di certo diverso da quello che avrei ottenuto seguendo l'originale ricetta passo passo, ma anche questa versione non dispiace, infatti la pasta e' sparita immediatamente.

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di spaghetti alla chitarra secchi 
  • 1 L di salsa di pomodoro 
  • una mozzarella di bufala grande 
  • 80 g di olive verdi senza nocciolo 
  • 40 g di capperi dissalati 
  • 2 cipollotti olio extravergine d’oliva 
  • 100 ml di panna fresca
  • origano q.b.
  • pane grattugiato q.b.
  • sale e pepe q.b.
Mondate e lavate i cipollotti, affettateli molto finemente e fateli appassire a fuoco dolce una una pentola da sugo con ½ bicchiere di olio. Aggiungete la salsa di pomodoro, una generosa presa di origano e cuocete a fiamma bassa per una buona mezz’oretta. Trascorso questo tempo, aggiungete i capperi tritati grossolanamente con il coltello, le olive affettate sottilmente, il sale e il pepe nero macinati al momento e proseguite la cottura ancora per 15 minuti.

Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolatela al dente e conditela immediatamente con il sugo preparato, tenendone un cucchiaio da parte.

Ungete una pirofila, distribuite sul fondo il sugo tenuto da parte e formate dei nidi di pasta aiutandovi con mestolo e forchetta per arrotolare gli spaghetti.
Adagiate di volta in volta i nidi nella pirofila, apriteli al centro, in ognuno versate un cucchiaio di panna liquida e sistematevi la mozzarella di bufala tagliata a dadini fino al suo esaurimento. Cospargete la superficie della pasta con un poco di pane grattugiato, un filo di olio, una piccola presa di origano e infornate a 200°C per 15 minuti circa. 

Commenti

  1. bellissimi e devono essere super buoni!! sei bravissima!!!!!!

    RispondiElimina
  2. che piattino invitante...bravissima!!
    Approfitto per ringraziarti per i premi..li accetto con grande piacere..
    ho letto solo adesso..per cui nel prossimo post li pubblichero'!!
    baci
    P.S se puoi cancella le parole di verifica..sono una vera noia per chi commenta
    Grazie!!

    RispondiElimina
  3. E' vero le parole di verifica sono una noia, molto spesso non si leggono e si rinuncia a scrivere i commenti. Ah piacere di conoscerti, buoni gli spaghetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho tolto definitivamente i chapta o come cavolo si chiamano... piacere di conoscere te Licia, bello il tuo blog!

      Elimina

Posta un commento

Gentilmente vi chiedo di firmare, se commentate come utenti anonimi, con un nome. I commenti totalmente anonimi verranno rimossi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...